27/08/2019  NOTIZIA + FOCUS: la ZEC batte il suo record di autorizzazioni. Attesa per il responso di AEAT per le attività di triangolazione

Tramite gli organi di stampa locale la ZEC (Zona Especial Canaria), strumento di bassa imposizione fiscale, notifica che si sta dirigendo verso l’ottenimento del proprio miglior esercizio di tutti i tempi.

Questo ottimo risultato è associato al raggiungimento di uno dei suoi obiettivi principali: l'attrazione di progetti che contribuiscono all'internazionalizzazione dell'economia Canaria; questo perché oltre il 97% dei Progetti d’Impresa approvati sino ad ora sono caratterizzati da realtà a capitale straniero.

Contemplando i dati consolidati a Luglio 2019, ben 111 società sono state autorizzate nella ZEC per un impegno d’investimento stimato in 1.918 milioni di euro e la creazione di 1.822 posti di lavoro; impressionante notare che, parlando degli investimenti, i valori messi a paragone con quelli dell’anno precedente, risultano essere quasi 10 volte superiori benché il 2019 sia a poco più della sua metà.

I dati, nello specifico, danno riscontro che tra i progetti autorizzati quelli capitanati da entità a capitale totalmente estero sono il 62%, mentre il 13% è caratterizzato da capitale misto e il 25% da quello locale. 

Come prevede la procedura che disciplina la ZEC, parliamo di Autorizzazioni Preliminari (Autorizazio’n Previa)

La riforma della ZEC, in vigore dal 2015, ha portato a una crescita dei suoi risultati generando un incremento occupazionale pari al 24% e di un 22% in più riferito al numero di Aziende aderenti alla ZEC. 

La recente revisione del REF (Regime Economico e Fiscale delle Canarie) ha comportato una riorganizzazione strutturale della ZEC in sintonia con le nuove esigenze ed obbiettivi che ha comportato un rafforzamento della figura dei Direttori di Agenzia (Tenerife e Gran Canaria) e nel concentrare il ruolo delle relazioni istituzionali nel Presidente e nel Vice Presidente.

VERIFICHE ED CONSULTAZIONI

Va evidenziato che allo stato attuale la ZEC è in attesa che lo Stato Spagnolo risolva i dubbi sollevati su alcune attività Autorizzate nell’ambito della ZEC stessa e che sono di grande rilevanza strategica.

L'Agenzia delle Entrate Spagnola (AEAT) deve chiarire, tra le altre, se le attività commerciali che utilizzano la “triangolazione” (operazioni commerciali nelle quali un operatore delle isole canarie acquisisce da un produttore la proprietà di una merce e la vende, senza che questa transiti per le Isole Canarie, ad una terza Azienda) possono, così come è stato fino ad ora, beneficiare delle agevolazioni fiscali della ZEC.

Parliamo di una situazione che allo stato attuale interessa circa un centinaio di società già iscritte alla ZEC e di moltissime altre che stanno valutando di richiedere in futuro l’Autorizzazione ZEC.

Indiscrezioni fanno trasparire ottimismo in merito ad una risposta di conferma positiva e di conseguente “Nulla Osta” che dovrebbe pervenire dalla AEAT entro Settembre / Ottobre.

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE

>>> I vantaggi del Regime Economico Canario (REF) e dei suoi vari strumenti che rendono le Isole Canarie una piattaforma ideale sia per l’ottimizzazione fiscale, come base logistica e per l’Internazionalizzazione delle imprese 

>>> L'Internazionalizzazione delle Imprese

> Presentateci il vostro Progetto Imprenditoriale o d'investimento

> Meeting, Forum, Workshop ed  Eventi "Investire alle Canarie"

 

 

>>> VAI ALL'INDICE DI RIEPILOGO DI TUTTE LE NOTIZIE E I FOCUS <<<

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all' uso dei cookie.