10/09/2020 Canarie & Energie Rinnovabili > Biomasse > Inaugurato ad Agüimes (Gran Canaria) il primo impianto di biogas con rifiuti da allevamento bestiame.

canarie economia risparmio fondi sovvenzioni

Ieri (mercoledi' 09/09/2020) ha avuto luogo l'inaugurazione del primo, in tutte le Isole Canarie, impianto di produzione di biogas derivato da scarti di bestiame situato in un allevamento di bestiame ad Agüimes, a Gran Canaria, che ospita 500 maiali.
Questo impianto pilota utilizza liquami di maiale per produrre biogas attraverso un sistema di biodigestione anaerobica che gli consente di soddisfare la domanda di consumo energetico dell'allevamento, agevolando cosi' anche la gestione dei rifiuti.
Altri vantaggi derivanti dal trattamento degli scarti zootecnici sono l'ottenimento di un fertilizzante organico di alta qualità e, dal processo di ultrafiltrazione, la produzione di acqua depurata e disinfettata che può essere riutilizzata per l'irrigazione di aree verdi.
L'obiettivo di questo progetto pilota, in cui sono coinvolti i Dipartimenti di Economia, Conoscenza e Lavoro e di Transizione Ecologica, Lotta contro i Cambiamenti Climatici e Pianificazione Territoriale del Governo delle Isole Canarie, è dimostrare la fattibilità tecnica ed economica di questa tecnologia per contribuire all'uso energetico dei rifiuti organici nel settore dell'allevamento.
Ottimizzazione, sostenibilita', indipendenza energetica pulita ed ridurre l'impatto ambientale, sono gli obbiettivi che i programmi de Gobierno de Canarias si propongono di raggiungere con impianti come descritto.
Questo impianto, nello specifico, dimensionato per 500 capi di suino, con una capacità approssimativa di 3.400 litri al giorno di liquame, il risparmio economico raggiunge i 44.700 euro all'anno nella bolletta elettrica e nella gestione dei rifiuti; a questo importo si aggiungerebbero 2.890 euro annui di utili per la rigenerazione dell'acqua e la vendita di fertilizzanti.
Inoltre, l'implementazione del sistema di biodigestione evita l'emissione in atmosfera di 11,5 tonnellate di gas metano all'anno, che equivalgono a 241,5 tonnellate di CO2 all'anno.
Come spiegato dai responsabili di questo progetto pilota, lo stesso consentirà anche di ottenere risultati importanti anche su aspetti chiave per replicare il modello in altre aziende agricole, poiché il settore zootecnico è quello che genera il maggior volume di rifiuti (più di 400.000 tonnellate all'anno nelle Isole Canarie); in merito all'aspetto tecnico, l'impianto sarà un banco di prova per ottimizzare la produzione di biogas e determinare l'energia in eccesso prodotta per la sua cessione in rete..

Staff de InfoCanarie 

www.infocanarie.com 

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE: 

>>> Cosa aprire alle Canarie - Elenco attivita' strategiche

>>> Investire alle Canarie: Fare impresa ed investimenti immobiliari 

>>> VAI ALL'INDICE DI RIEPILOGO DI TUTTE LE NOTIZIE E I FOCUS <<<

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all' uso dei cookie.