31/01/2020   CANARIE & IMMOBILIARE > COSTRUZIONI: Il fermo delle costruzioni interessa l'89% delle opere in Spagna; il 81% nelle Isole Canarie

 immobiliare canarie real estate

Secondo un recente sondaggio, pare che solo il 34% delle opere in Spagna è stato paralizzato dalla crisi COVID-19 , che ha messo i lavoratori nel settore delle costruzioni in una situazione vulnerabile; riscontriamo pero' che il dato e' assai piu' alto.


Gli addetti ai lavori sia dell'ambito privato che di quello lavori pubblici, avevano richiesto la cessazione temporanea dei lavori di costruzione in Spagna al Ministro di competenza cosi' come il governo ha deciso.

Nonostante sia stato possibile mantenere alcune attività in essere, proteggendo adeguatamente con DPI i lavoratori che richiedono attività condivise, la situazione generata dalla rapida trasmissione di COVID-19 non ha più pienamente garantito le condizioni di sicurezza e protezione della salute di questi operatori che ora sono senza lavoro; era infatti quasi impossibile infatti che le squadre di lavoro svolgessero alcuni dei loro compiti a una distanza di sicurezza di oltre un metro e mezzo.

Lavori urgenti: L'11% delle opere ancora attive in Spagna sono urgenti o di interesse generale; nella Comunità di Madrid, epicentro della pandemia, solo il 3% dei lavori sono di fatto urgenti.


La Catalogna ha il 14% di opere di interesse pubblico e generale, mentre nei Paesi Baschi il 26%, Estremadura 21% e Isole Canarie 19%, sono in corso lavori ed opere considerate urgenti.

 

Staff “InfoCanarie” WWW.INFOCANARIE.COM

>>> VAI ALL'INDICE DI RIEPILOGO DI TUTTE LE NOTIZIE E I FOCUS <<<

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all' uso dei cookie.