Investimento immobiliare alle Canarie

IVIE Canarie - IMU Canarie - Case ed immobili acquistati all' estero

MEETING E WORKSHOP PER VERIFICHE IMMOBILIARI ALLE CANARIE

Questo articolo è stato redatto per evidenziare quanto, al giorno d' oggi, sia importante che la figura dell’agente immobiliare all' estero sia integrata in modo coordinato anche con quella del consulente fiscale.

La tassazione sugli immobili detenuti all'estero (IVIE, una sorta di IMU per gli immobili all'estero) è stata chiarita dall' Agenzia delle Entrate con la Circolare 28/E del 2 luglio; vengono spiegate le modalità e soprattutto come si calcola (quindi a quanto può ammontare) questa imposta che riconosciuta allo stato Italiano dal cittadino, persona fisica, residente in Italia (quindi NON dal Cittadino Italiano residente all’estero) che detiene, a titolo di proprietà o altro diritto reale, immobili al di fuori del territorio nazionale.
Base imponibile per la tassazione ed esempio specifico per le Canarie.
Per gli immobili all' estero che sono situati all’interno dell’Unione Europea (le Canarie ne fanno parte) la regola generale di determinazione della base imponibile dell'Ivie è rappresentata dal valore catastale, come determinato e rivalutato nel Paese in cui l'immobile è situato ai fini dell'assolvimento di imposte di natura reddituale o patrimoniale.
Questo criterio vale anche per gli immobili che sono pervenuti per successione o donazione. 
L' Agenzia delle Entrate ha chiarito che rileva come valore catastale il valore dell'immobile che viene preso a base per la determinazione di imposte patrimoniali o reddituali ovvero di altre imposte determinate sulla base del valore degli immobili dovute nel Paese in cui è situato l'immobile; questo ha valenza anche alle per le  Canarie.
Nel pagamento dell' IBI (Impuesto Sobre Bienes Inmuebles) il Comune di Competenza notifica al contribuente (oltre all’importo da pagare) il valore catastale del terreno e dell’immobile; questi dati è l' informazione che ci serve.

CALCOLO
La tassazione sugli immobili all'estero è dovuta nella misura dello 0,76% in proporzione sia della quota sia dei mesi di proprietà (o di altro diritto reale). 
Dall’Ivie dovuta si scomputa dall’imposta patrimoniale pagata all’estero nel medesimo anno per effetto della Convenzione Italia/Spagna sulla NON doppia imposizione; quindi affinche’ il contribuente NON paghi la medesima imposta, o imposte aventi la medesima filosofia o principio di applicazione . 

SIMULAZIONE A TITOLO PURAMENTE DI ESEMPLIFICATIVO
Riferimento: Immobile ad uso residenziale in ex struttura Turistica
Valore Catastale 33.785,72 (Valore di acquisto 88.000 Euro)
Importo IBI Annuo 226,17 
IVIE ( 0,76% di 33.785,72) 256,77 
Differenza tra IBI e IVIE = 30,60 Euro dovuto all’Erario Italiano

Il contribuente dovrà conservare la documentazione relativa sia alle imposte patrimoniali pagate nel periodo di riferimento, sia alle imposte reddituali estere.

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all' uso dei cookie.